ITA | ENG | 日本語

FRANZONI - LA STORIA

1910 – 2010: Cento candeline hanno un significato profondo.

Se mi fermo a riflettere su come sia cambiata l’Italia da un secolo a questa parte e di quanto lunghi possano essere tutti questi anni non posso non provare un sottile brivido all’idea di mio nonno Emilio che, alla vigilia della seconda guerra mondiale, depositava il nome dell’Azienda Vinicola Emilio Franzoni presso un notaio di Brescia. E penso a quanto coraggio abbiano dimostrato, stagione dopo stagione, vendemmia dopo vendemmia i miei familiari e tutte le generazioni di persone che hanno lavorato duramente con noi, portando di anno in anno un nuovo vino Franzoni nei bicchieri degli amanti del buon vino. Di certo sarebbero stati entusiasti nel sapere che in un lontano giorno del 2010 io avrei scritto di loro in un sito web!

Un secolo, si diceva. Radici profonde che cementano tradizione ed esperienza nell’impegno quotidiano di dar vita ad un vino sempre migliore. Il Botticino è una grande opportunità, sia per la posizione che per gli uvaggi, e come i miei nonni il mio ruolo è quello di confermare l’abbinamento Franzoni – Botticino quale sinonimo di qualità, tradizione, ricercatezza ed innovazione.

La Foja rimane il capolavoro della mia famiglia. Dal nome stesso, “la foglia”, quella di vite che mio nonno arrotolava sulla bottiglia, fino al pluripremiato vino di oggi che quest’anno celebra il centenario con la Foja d’Or, la curatissima riserva di cui mi auguro potrete apprezzare e condividere il sapore deciso e caratteristico.

Ne riparleremo qui sul sito: un modo per raccontare cento anni di sogni e soddisfazioni attraverso le parole mie e dei miei collaboratori, che di vini buoni ce ne intendiamo, ma anche delle vostre, perché i suggerimenti sono sempre ben accetti.



A presto,
Claudio Franzoni